ALLERGENI
Chi è il Guerriero di Capestrano?
Il nome "Il Capestrano" è stato scelto in onore dell'antico guerriero, risalente al VI secolo A.C., e rinvenuto nel 1934 a Capestrano (AQ). La statua, ricavata da un unico blocco di pietra locale, è alta 253cm ed è uno dei reperti più misteriosi che il passato ci abbia restituito. È possibile ammirare il "Guerriero di Capestrano" presso il Museo Nazionale d'Abruzzo a Chieti.

La nostra cucina
La cucina abruzzese, ritenuta una delle migliori cucine regionali, trae origine sia dalle tradizioni pastorali che da quelle marinare, ed è per questo che i suoi piatti sono molto diversi tra le quattro province.

Nei piatti in carta i protagonisti assoluti restano i prodotti e gli ingredienti del territorio, di cui Il Capestrano si fa con orgoglio vetrina. Dall'oro di Navelli, il leggendario zafferano, alla Mortadella di Campotosto, agli speciali Pecorini (di Farindola, Canestrato di Castel del Monte e Gregoriano di Scanno).

Ricordando che qui tutto è fatto in casa; il pane casereccio con la farina macinata a pietra, la farina ai cereali e il grano di solina , la pasta fresca, le salse madri, gli arrosticini tagliati a mano e i tipici dolci.

Nel nostro menù trovate prodotti riconosciuti Presìdi Slow Food, indicati con il simbolo .